13 Novembre 2020

Un gruppo anche a distanza: le iniziative di Menarini Asia Pacific in tempi di pandemia

Il primo giorno di lavoro è sempre un momento pieno di entusiasmo.
Un nuovo ufficio, una nuova scrivania, nuovi capi, e nuovi colleghi con cui condividere importanti progetti professionali ma anche momenti di svago.

Tutti i professionisti entrati a far parte della grande famiglia Menarini Asia Pacific sono concordi sulla capacità dell’azienda nell’essersi dimostrata accogliente, collaborativa e attenta ai processi d’inserimento. Le riunioni virtuali, l’invio tempestivo dei dispositivi elettronici a casa dei dipendenti, sono diventati dei passaggi obbligati per gestire le operazioni degli uffici dal momento in cui non si poteva contare sul lavoro in presenza. 

Abbiamo raccolto le testimonianze di tanti professionisti su cosa significa entrare a far parte di Menarini Asia Pacific, azienda del Gruppo Menarini con sede a Singapore, in queste condizioni straordinarie.

C’è chi come il Jeffrey Koh (Sales Manager) e Richard Milligan (Regional Procurement Director) ha dovuto affrontare i passaggi di selezione esclusivamente attraverso piattaforme online, o chi come Deborah Koh, Regional Corporate e Communications Executive, è riuscito a incontrare i propri coordinatori dal vivo appena prima della chiusura in lockdown di Singapore. Non sono mancati i timori nel vivere un cambiamento lavorativo durante un momento di forte incertezza come il lockdown, come racconta Michelle Hong, Senior Research Scientist, che è stata però subito rassicurata dall’ufficio HR. “Questo mi ha fatto sentire fiduciosa nei confronti dell’azienda e nella scelta che avevo fatto”, ha commentato.
Il periodo di lockdown ha rivelato il lato più empatico dell’azienda, nonostante il distanziamento fisico.
Come racconta Shameek Bose, Regional Project Manager, iniziare a lavorare per il Gruppo Menarini “è stato fantastico. Ho ricevuto un’ accoglienza molto calorosa da parte dei responsabili delle risorse umane, dei dirigenti del progetto e dei colleghi, il che mi ha fatto sentire estremamente a mio agio il primo giorno. Tutti hanno fornito una chiara visione a lungo termine, elemento che rappresenta una cultura aziendale tanto insolita quanto meritevole.”

Le condizioni di lavoro imposte dalla misure anti-Covid sono state inedite in primis per i neo assunti. Un nuovo ruolo da consolidare fra le mura di casa “Come per tutto quest’anno, è una nuova esperienza che richiede un certo adattamento e una mentalità positiva – ha spiegato Richard Milligan, Regional Procurement Director – A volte è più facile a dirsi che a farsi quando vivi in un piccolo appartamento e hai due bambini urlanti, ma, come tutti nel mondo, abbiamo cercato di adattarci a questa situazione. L’unico aspetto positivo è il tempo in più da passare a casa e con la famiglia, ma non vedo l’ora di tornare a una qualche forma di normalità.”

L’esperienza di Richard non è stata l’unica: in molti hanno dovuto iniziare il nuovo lavoro con figli piccoli per casa e i momenti divertenti non sono mancati. Michelle Hong doveva tenere la porta chiusa per potersi concentrare sul lavoro o fare qualche videocall, ma i suoi piccoli le inviavano messaggi sotto la porta e provavano anche a chiamarla sul cellulare. Jeffrey Koh, che non si sarebbe mai aspettato di lavorare dalla cameretta dei suoi bimbi, né tantomeno di imparare a spegnere velocemente la videocamera del suo laptop se uno di loro entrava inavvertitamente nella stanza, desideroso di osservare i vari volti partecipanti alla riunione.

La pandemia è stata una dura sfida per ognuno di noi, ma ci ha anche insegnato che “ci possiamo adattare, resilienti e pieni di risorse di fronte alle avversità”, come sottolinea Milligan. 

Menarini non si è tirata indietro e ha colto la sfida imposta dal Coronavirus per rinforzare le dinamiche di engagement tra azienda e dipendenti. Ogni iniziativa di supporto al suo staff è stata ben accolta, anche quando non direttamente attinente alla sfera lavorativa, come la torta per la festa della mamma pervenuta a casa di Michelle Hong che le ha fatto capire che tramite questo semplice gesto, l’azienda ha dimostrato di “tenere molto al benessere del proprio personale e di fare il possibile per renderli felici”.

I mesi di lavoro da remoto sono stati difficili, per questo si rendeva necessario accorciare la distanza fisica fra dipendenti e azienda inserendo anche momenti di condivisione non convenzionali.
Per esempio, degna di nota è stata l’iniziativa Menarini FM, un programma radio rivolto ai dipendenti per accompagnarli nel periodo di lockdown. Della durata di un’ora settimanale, la trasmissione ha avuto l’obiettivo di far sentire più vicini i colleghi e mantenerli aggiornati su tutte le novità dell’azienda. Il programma è diviso in tre sezioni: “le Fireside Chats”, uno speciale “Laugh out loud” e una sezione sul progetto sociale “Invigorating lives”. La trasmissione è stata inaugurata con l’intervista al CEO di Menarini Asia Pacific, Luca Lastrucci, che ha lanciato un messaggio d’incoraggiamento esortando i colleghi a pensare positivo, perché solo restando uniti e sostenendoci a vicenda l’azienda ne uscirà rafforzata. Gli ospiti esterni all’azienda non sono mancati, come un personal trainer che ha elargito consigli su come mantenersi in forma da casa o come Yap Wai Meng, vice-direttore del Ministero della Pubblica Istruzione che ha dato consigli preziosi ai genitori che lavorano da casa.

La testimonianza di Deborah Koh, Regional Corporate Branding and Communications Executive è emblematica dell’impressione che hanno avuto i nuovi membri del team nei confronti di Menarini FM e dell’azienda: “Sono rimasta sorpresa dall’iniziativa Menarini FM, dal modo in cui ha coinvolto i dipendenti su argomenti significativi, ma ha anche festeggiato compleanni, occasioni speciali e traguardi! ”

Queste e altre sono state le iniziative di Menarini Asia Pacific per coinvolgere i propri dipendenti e mantenere in loro viva la positività e l’entusiasmo. Perché chi lavora in Menarini fa la differenza, ogni giorno.

Un gruppo anche a distanza: le iniziative di Menarini Asia Pacific in tempi di pandemia ultima modifica: 2020-11-13T10:33:39+01:00 da Giordano Dolfi

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.