8 marzo 2017

Serendipity: 3 storiche scoperte mediche avvenute per caso

Serendipity scoperte

Serendipity esprime non solo casualità, ma anche intuizione, fantasia, acume pratico. Il famoso neologismo fu coniato nel XVIII secolo dallo scrittore Horace Walpole che lo usò per la prima volta in una lettera a un suo amico.

Per la creazione del lemma, Walpole fu ispirato dalla fiaba persiana dei “Tre prìncipi di Serendippo”, che narra la storia dei tre protagonisti che trovano sul loro cammino una serie di indizi. Le scoperte che faranno i principi saranno sì delle intuizioni dovute al caso, ma anche allo spirito acuto e alla loro capacità di osservazione. Da qui l’accezione di Serendipity.

Il primo pensiero va subito a Cristoforo Colombo? Ma quante altre scoperte importanti sono avvenute per serendipity, in particolare in campo medico?

La scoperta di Fleming: la penicillina

Serendipity scoperteNel 1929 Alexander Fleming osservò in laboratorio un evento molto strano: una piastra in cui aveva messo in coltura colonie di Staphylococcus aureus, dopo qualche tempo non conteneva più le colonie di tale batterio.

Serendipity? In effetti sì: la piastra era stata accidentalmente contaminata da una muffa verde, Penicillium notatum, che aveva causato la distruzione delle colonie di stafilococco. Fleming dedusse che la muffa era capace di produrre una sostanza ad azione battericida a cui fu dato il nome di penicillina.

La scoperta di Constantin Fahlberg: la saccarina

A Constantin Fahlberg, chimico tedesco che studiava i composti chimici del catrame di carbone, è legata la scoperta della saccarina. Una sera, mentre cenava a casa, trovò il pane particolarmente dolce e poi amaro; chiese alla moglie se anche lei avesse notato qualcosa di diverso nel suo sapore ma non trovò nulla di strano.

Fahlberg si guardò subito le dita per verificare se il dolce poteva provenire da qualche composto del catrame con cui probabilmente era venuto a contatto durante i suoi esperimenti in laboratorio. La sera stessa provò vari derivati del catrame e scoprì che la sostanza era un prodotto di ossidazione del o-toluenesulfonamide. Era il 1878. La saccarina fu una scoperta importante, specialmente per le persone affette da diabete mellito.

La scoperta di Horace Wells: l’anestesia

Serendipity scoperteNel primo Ottocento, il protossido di azoto veniva utilizzato per indurre una sorta di ebbrezza alcolica. Tra i consumatori del cosiddetto gas esilarante c’erano alcuni comici che lo usavano per i propri spettacoli. Una sera Horace Wells, medico e dentista statunitense, partecipò a uno di questi. Durante lo show, si accorse con grande meraviglia che uno dei volontari, che si era sottoposto alla somministrazione del gas, pur avendo un profondo taglio alla gamba non provava alcun dolore.

Wells arrivò alla conclusione che il protossido di azoto doveva avere qualche effetto anestetizzante e che quindi il suo utilizzo poteva portare un gran beneficio nella chirurgia odontoiatrica. Wells decise di provare la sua teoria su se stesso, facendosi cavare un dente dopo aver assunto protossido di azoto. L’operazione fu un successo: e nacque così l’anestesia. Serendipity!

Leggi anche: Premio Nobel alla medicina e la scoperta dell’autofagia

Serendipity: 3 storiche scoperte mediche avvenute per caso ultima modifica: 2017-03-08T09:00:52+00:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *