3 Gennaio 2019

Menarini Pills of Art: Raffaello e la Madonna della Seggiola

Menarini Pills of art

Dipinto tra i più copiati e ammirati della pittura del Rinascimento italiano e custodito nella bellissima la Galleria Palatina di Palazzo Pitti a Firenze.

Collezione medicea fin dalla prima metà del Cinquecento, fu eseguito intorno al 1514 su richiesta probabilmente di Papa Leone X e, si narra, fosse ispirato a una contadina che cullava il suo bambino: ancora non avete indovinato?

Stiamo parlando della Madonna della Seggiola, protagonista del nuovo video di Menarini Pills of Art. A farci da guida, in questo viaggio alla scoperta della pittura di Raffaello, ci sarà Giovanni Matteo Guidetti, expert in Florentine art.

Umanità, santità e grazia: la Madonna della Seggiola


Famoso per le piccole dimensioni e il gran numero di dettagli presenti (e anche la complessità della scena), la Madonna della Seggiola ebbe diverse locazioni degne di nota, come la camera da letto del Gran Principe Ferdinando, Parigi, a causa dei furti per mano di Napoleone tra il 1799 e il 1815, prima di giungere infine alla Galleria Palatina di Palazzo Pitti, a Firenze, nel 1882.

Menarini Pills of Art: Raffaello

Secondo una tradizione, Raffaello realizzò quest’opera mentre si trovava in viaggio verso Velletri, attratto dalla scena di una giovane contadina intenta a cullare il proprio figlio. La naturalezza dell’atto e l’amore reso evidente dall’abbraccio tra la madre e il bambino fu da ispirazione per la posizione delle tre figure.

I personaggi ritratti nell’opera sono Maria, Gesù e a destra il piccolo Giovanni Battista. La prima è seduta su una sedia nell’atto di abbracciare suo figlio, con lo sguardo rivolto verso lo spettatore. La sedia – che dà il nome al dipinto, di tipo camerale – è leggermente inclinata all’indietro, quasi a voler suggerire l’effetto del dondolio del cullare.

I dettagli e i colori, estremamente curati, ne fanno un’opera di grande ricercatezza formale, “indubbiamente uno dei maggiori capolavori dell’arte rinascimentale”.

Guarda gli altri video di Menarini Pills of Art

Menarini Pills of Art: Raffaello e la Madonna della Seggiola ultima modifica: 2019-01-03T10:00:27+02:00 da admin

5 Commenti

  1. Avatar commentoSilvana

    Ne ho una copia dei primi del 900 in camera da letto. Dolcissima immagine che ispira la serenità che solo una madre può donare al suo bambino.

    Replica
  2. Avatar commentoRenato

    Eccezionale dipinto di Raffaello per la forma, i colori e il soggetto. Opera universalmente nota e tra le più belle del grande Maestro.

    Replica
  3. Avatar commentoanna letizia Candelise

    LO sguardo rivolto verso lo spettatore induce una partecipazione emotiva verso il dipinto che mostra una Madre teneramente abbracciata a suo figlio.
    Come nel precedente Tondo Doni il gomito del bimbo è perno della composizione che include una poltrona e un piccolo Giovanni Battista, compagno di giochi e sicuro riferimento all’infanzia di Gesù. La Madonna è di certo raffigurata come parte di realtà vera, una mamma che si stringe al petto il suo bambino. Non è idealizzata, è umanamente dipinta in tutta la sua bellezza.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.