20 maggio 2015

Un compleanno da non dimenticare: 10 anni di Volpi Rosse Menarini

Guarda il nostro video della giornata con le Volpi Rosse Menarini! Per visualizzarlo ti basta cliccare al centro della finestra (qui sotto) sul pulsante play o in basso a sinistra.

Sono tutti qui schierati davanti ai nostri occhi. Hanno il loro solito sorriso e lo sguardo impavido di chi sa già, nel suo piccolo, di aver vinto la sfida.

Tra le fila delle Volpi Rosse Menarini, oggi, ci sono anche due campioni del basket come Carlton Myers (campione italiano ed europeo, detentore del record di punti segnati in una partita, 87) e Predrag “Saša” Danilović (che ha militato anche in NBA e che ha praticamente vinto tutto) che hanno voluto festeggiare il decimo compleanno di questa tostissima squadra di basket in carrozzina, che il nostro Gruppo sponsorizza da 4 stagioni.

10 candeline che rappresentano 10 anni di duro lavoro, di impegni, allenamenti, vittorie e anche di sconfitte.

La zona dove di solito si tengono le riunioni, qui al quartier generale di Firenze, si è trasformata in un favoloso campo per sfide di basket. E tutti noi, dal presidente del nostro Gruppo al Direttore Corporate HR Ennio Troiano (anche presentatore d’eccezione dell’evento), abbiamo indossato la nostra maglia con la scritta Volpi Rosse Menarini e i nostri nomi, pronti per giocare!

“Le Volpi Rosse Menarini hanno vissuto una giornata strepitosa grazie a Menarini. Sono 26 gli atleti con noi, che oltre a militare con successo nel Campionato nazionale giovanile federale “Antonio Maglio”, dal 2013 disputa anche il campionato nazionale di Serie B della Fipic (la Federazione italiana pallacanestro in carrozzina)”, ha spiegato Ivano Nuti, il presidente della squadra.

Solo pochi minuti per le fotografie e prende il via questa magnifica giornata di sport: in che modo? Naturalmente con una sfida!

Il primo è Carlton Myers, che sulla carrozzina prova a sfidare uno dei nostri campioni, ma poco dopo ammette: “Oggi ho scoperto come non sia facile tirare dalla carrozzina. Sono molto colpito. Auguro a tutti loro di andare sempre avanti, di migliorare e di divertirsi. Ed esternare sempre questa gioia”.

Il secondo è “Saša” Danilović a provare l’ebrezza del tiro dalla carrozzina, e via via si affrontano il capitano della Senior contro quello della giovanile, gli allenatori delle due squadre, il presidente delle Volpi Rosse Menarini e infine tutti i ragazzi, in una lotta uno contro uno al basketball machine.

E mentre si continua a giocare a chi realizza più punti, si sentono nella sala applausi, urla di incoraggiamento, risate.

Dai giornalisti ai passanti tutti sono travolti dall’entusiasmo. Si trattiene il fiato quando la palla gira intorno al cesto e si festeggia quando si fa canestro. Non importa chi segna.

In questa giornata non ci sono falli o infrazioni, nessun turn over o tiri liberi. Oggi si festeggia lo sport, che vuole e deve sensibilizzare, e i nostri campioni per l’impegno di questi anni: dal Campionato di serie B per i Senior allo straordinario terzo posto dei giovani alla prima edizione della Final Four.

Andrea, della squadra giovanile, ci racconta: “è stata un’emozione grandissima arrivare al terzo posto. Tutto è stato emozionante: la cornice, la partita, la premiazione, la medaglia. C’è chi esultava sulla carrozzina e c’è chi come me era felice ma anche molto stanco perché non aveva dormito la sera prima!”.

E le sfide continuano…

Ma i due campioni Myers e Danilović non sono stati i soli a mettersi alla prova! Si sono sfidati al tabellone anche il sindaco di Firenze, Dario Nardella, che ha ringraziato i giovani atleti per l’entusiasmo e la passione, e naturalmente il nostro presidente Lucia Aleotti:

“Sosteniamo le Volpi Rosse Menarini dal 2011. Abbiamo seguito con orgoglio tutti i loro traguardi. E noi che festeggiamo quest’anno i 100 anni di presenza a Firenze auguriamo a questi grandi campioni tante altre vittorie da conquistare.”

Nel pomeriggio, poi, Menarini ha aperto le proprie porte ospitando atleti in rappresentanza di tutte le squadre di basket cittadine che hanno così potuto conoscere i loro idoli, Myers e Danilovic, e la realtà delle Volpi Rosse Menarini che opera sullo stesso territorio.

Sono ormai gli ultimi scatti. Dicono che lo sport, quello sano, ha come componente segreto la passione, l’etica, il rispetto degli altri, la lotta alle discriminazione. Qui oggi c’era molto di più, c’era felicità.

 

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *