1 Febbraio 2019

Menarini L’Aquila: il nostro simbolo italiano di rinascita e unione

stabilimento Menarini L’Aquila

“Correva l’anno…”, potrebbe iniziare così il nostro racconto o con “La Storia siamo noi”, perché quella che stai per leggere non è il solito post su un anniversario, ma è la storia di una rinascita: quella dello stabilimento Menarini de L’Aquila.

Fiore all’occhiello per la produzione di farmaci in importanti aree terapeutiche, come quella cardiovascolare, gastroenterologica e allergologica, oggi è il terzo sito più grande del Gruppo Menarini in termini di volumi produttivi.

E questa è la sua storia.

25 anni di Menarini Manufacturing Logistics and Services L’Aquila

25 anni fa si inaugurava la Menarini Manufacturing Logistics and Services a L’Aquila: lo stabilimento contava allora solo 15 dipendenti e i suoi prodotti erano destinati solo alle farmacie italiane, eppure quello stabilimento sembrava già promettere grandi opportunità e possibilità di crescita.

Almeno così dovette pensare l’ex presidente del Gruppo Menarini, Alberto Sergio Aleotti, quando decise di scommettere proprio sul territorio abruzzese per avviare la produzione farmaceutica Menarini di capsule e compresse.

Una scommessa che a distanza di anni possiamo dire vinta.

Dei 16 stabilimenti del Gruppo Menarini presenti in tutto il mondo, il sito aquilano è infatti diventato il terzo in termini di volumi produttivi, grazie anche agli investimenti che sono stati fatti negli ultimi anni e a tutti i colleghi che si sono prodigati, anche nei momenti più difficili, per raggiungere questo successo.

Stabilimento Menarini L’Aquila 2009: storia di una rinascita

stabilimento Menarini L’AquilaSì, momenti difficili; perché la storia del suo successo è legata a doppio filo a quella della sua rinascita, avvenuta dopo il terremoto del 6 aprile del 2009 che distrusse interamente il capoluogo abruzzese provocando danni strutturali anche all’azienda.

In quell’occasione il Gruppo Menarini si è unito, come succede in tutte le grandi famiglie, per aiutare i colleghi in difficoltà e far ripartire l’azienda. Sono arrivati aiuti da tutte le sedi Menarini sparse nel mondo. «Con il supporto della proprietà e dei colleghi ricominciammo subito a lavorare – ricorda Giuseppe Irrera, direttore di A. Menarini L’Aquila –. Le linee di produzione, infatti, ripresero a pieno ritmo un mese dopo il sisma e riuscimmo, addirittura, a chiudere l’anno con un incremento dei volumi produttivi rispetto all’anno precedente.»

Menarini L’Aquila: Ieri e oggi #wearemenarini

Oggi lo stabilimento può contare su 139 lavoratori che nel 2018, grazie al loro impegno e all’utilizzo di tecnologie di produzione all’avanguardia, hanno prodotto 73 milioni di confezioni, per un totale di 1 miliardo e 650 milioni di compresse, distribuite in Italia e in 60 paesi del mondo.

«Lo stabilimento de L’Aquila ci inorgoglisce – hanno detto Lucia Aleotti e Alberto Giovanni Aleotti, membri del board del Gruppo Menarini – perché ricorda a tutti noi la forza di essere squadra: lavoratori, istituzioni e azionisti hanno mostrato che lavorando insieme si può far crescere occupazione e benessere.»

Ed è forse per questo motivo che vogliamo celebrare insieme il suo 25° anniversario con più forza e grinta, in quanto oggi non festeggiamo solo il fiore all’occhiello del nostro Gruppo ma un simbolo di unione e di fratellanza di tutti noi.

Menarini L’Aquila: il nostro simbolo italiano di rinascita e unione ultima modifica: 2019-02-01T10:00:43+02:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.