29 Giugno 2015

Menarini Biotech: passione per la qualità e per le biotecnologie

Menarini Biotech

Se sai che uno dei più importanti lieviti è il Saccharomyces cerevisiae, significa che hai una forte passione biotech, proprio come noi.

Da quasi 30 anni, in Menarini ci occupiamo di biotecnologie, precisamente dal 1986, quando, all’interno del nostro Gruppo, nasce il dipartimento Menarini Biotech a Pomezia.

In questi anni abbiamo intrapreso tantissimi progetti e oggi stiamo portando avanti una nuova sfida: un’importante ricerca, iniziata nel 2012, per lo sviluppo di 5 anticorpi monoclonali indirizzati alla cura dei tumori.

Cosa sono le biotecnologie?

Riprendendo la definizione del European Federation of Biotechnology: la biotecnologia si riferisce all’integrazione delle scienze naturali – organismi, cellule, loro parti o analoghi molecolari – nei processi industriali.

In altre parole, la biotecnologia utilizza organismi viventi (specialmente a livello genetico), sistemi o processi biologici al fine di ottenere beni o servizi utili ai bisogni della società.

Tra i diversi campi delle biotecnologiche importantissima è la sua applicazione farmaceutica. Un farmaco biotecnologico è un farmaco che contiene un principio attivo costituito/derivato da un organismo vivente o da sue parti. Un esempio? La penicillina!

Infatti, la penicillina è prodotta da funghi del genere Penicillium, ma naturalmente dalla sua creazione si sono fatti molti passi avanti!

Menarini Biotech: lo sviluppo di anticorpi monoclonali

Tramite le cellule è possibile produrre degli anticorpi monoclonali. All’interno dei nostri laboratori, le cellule vengono inserite in piccoli bioreattori – qui le facciamo crescere dando giornalmente nuovi nutrienti – e man man che crescono le trasferiamo in bioreattori sempre più grandi.

Tramite un sistema automatizzato, teniamo sotto controllo l’ossigeno, il ph, la temperatura e naturalmente la loro crescita!

Il nostro processo di coltivazione dura circa 20 giorni, trascorsi i quali tutto ciò che è stato prodotto nel nostro bioreattore viene raccolto e trasferito nel Reparto di Purificazione che estrae il nostro anticorpo.

Se vi sembra così semplice, pensate che tutto questo fa parte di un processo di ricerca e sviluppo di un farmaco biotech che dura oltre 10 anni!

Al nostro centro Menarini Biotech di Pomezia ogni passaggio è eseguito con molta attenzione e scrupolo, perché la cosa più importante per noi è avere la sicurezza di creare un prodotto di qualità.

L’importanza delle biotecnologie per la produzione di farmaci

Le biotecnologie, oggi, grazie alle numerose ricerche, sono il rimedio ideale per la cura di alcune malattie e la soluzione giusta per la creazione di alcuni tipi di farmaci. Le molecole biologiche a volte sono l’unica via da seguire quando alcuni farmaci non possono essere prodotti in via sintetica (farmaci tradizionali).

Creare un farmaco usando un approccio biotecnologico ha una serie di vantaggi rispetto all’uso di molecole sintetiche: ovvero quello di poter produrre prodotti che meglio si adattano alla fisiologia dell’uomo e quindi estremamente selettivi perché puntano a un bersaglio ben preciso riducendo quindi gli effetti collaterali e aumentando l’efficacia della terapia.

Prendiamo, ad esempio, i nostri 5 anticorpi monoclonali. Questi anticorpi sono stati disegnati e prodotti per legarsi specificamente alle cellule tumorali.

Essi agiscono o veicolando all’interno delle cellule tumorali alcune tossine che distruggono la cellula stessa oppure come “mediatori” della morte delle cellule tumorali tramite l’attivazione di cellule killer del sistema immunitario.

Leggi i post Men 1112: un anticorpo speciale contro la leucemia e Il futuro inizia ora: Men1309, la nuova molecola contro i tumori

Menarini Biotech: passione per la qualità e per le biotecnologie ultima modifica: 2015-06-29T18:13:17+02:00 da Paola Marino

1 Commento

  1. Avatar commentogerardo francesco zoppi

    Sicuramente in futuro la strada della ricerca in ambito farmacologico sarà sempre più orientata verso la biotecnologia e nanotecnologia. Le sfide che la medicina in un futuro prossimo e più lontano dovrà affrontare,,richiederanno farmaci sempre più specifici ed efficaci la cui produzione si dovrà ineluttabilmente avvalere di tecniche sofisticate ed all’avanguardia come quelle di cui sopra.

    Replica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.