7 Novembre 2019

Menarini Kaluga: uno stabilimento da record

Menarini Kaluga

È sempre sorprendente vedere quanto si può crescere nel giro di un solo anno. Dal 2018 al 2019, Menarini Kaluga – il nostro sito produttivo a 180 km da Mosca – è passato da 100 a 270 tonnellate di pillole, con un incremento della produzione del 170%

Milioni di confezioni sono state prodotte nelle principali aree terapeutiche – tra cui diabetologia, gastroenterologia, cardiovascolare, urologia – e destinate alla distribuzione russa e di alcuni paesi membri della Commonwealth of Independent States. 

Menarini Kaluga: l’inizio della nostra avventura in Russia

Il 2014 segna l’inizio della nostra avventura, con l’inaugurazione del nostro stabilimento in Russia. Un progetto che in realtà faceva parte di un’operazione molto più grande di internalizzazione nei paesi dell’Europa dell’Est, iniziata con l’acquisizione di Berlin Chemie quasi 30 anni fa. 

Menarini è stata una delle prime aziende multinazionali a insediarsi qui, a Kaluga, in un periodo in cui la regione poteva già contare su un sistema di infrastrutture ben sviluppato e funzionale, un cluster universitario di eccellenza.

“Le motivazioni sono state molteplici – ha confermato Attilio Sebastio, Chief Financial Officer della Berlin Chemie – in primis strategiche: in Russia, per competere in alcune aree terapeutiche, devi essere un produttore locale: il prodotto importato è infatti escluso dal rimborso. Ma non solo, questo è un territorio con un sistema di infrastrutture particolarmente sviluppato. È attraversato da autostrade e ferrovie di importanza internazionale che lo collegano alle città ucraine e europee, ed è vicino a Mosca. C’è acqua pulita, un fattore importante per la produzione di farmaci. Inoltre, nella regione di Kaluga è presente personale qualificato con elevate competenze scientifiche, ci sono Università e istituti tecnici, non dimentichiamo che è anche sito aerospaziale. Insomma, è un parco tecnologico che ha invogliato la farmaceutica a investire.”

…il nostro segreto? Calibrarsi con il mercato locale

A tre anni dalla sua inaugurazione, precisamente nel maggio 2017, è stata prodotta la prima confezione di farmaco Menarini. Ma non solo, è stato portato a termine un intero ciclo di produzione partendo dalle materie prime fino al processo di confezionamento, fabbricando così prodotti pronti a essere esposti sugli scaffali delle farmacie russe.

“Abbiamo una capacità produttiva potenziale di 350 tonnellate di compresse annue – ha continuato Attilio Sebastio –, nel 2019 la produzione stimata è di 272 tonnellate, con un aumento del 170% rispetto al 2018, quando erano 100 tonnellate. Considerando invece i blister, se ne producono oggi 64 milioni annui a fronte di una capacità massima 120 milioni mentre le confezioni sono 28 milioni a fronte di una capacità massima di 50 milioni annui” 

“Il segreto della crescita di Menarini Kaluga – ha dichiarato Irina Braginskaya, Production Manager dello stabilimento – è stato calibrarsi fin da subito sulle esigenze del mercato locale. L’azienda sta funzionando bene proprio perché è stata dimensionata sulle necessità della popolazione russa ed è così che siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo posti e siamo fiduciosi di recuperare in breve tempo l’investimento.”

“Menarini si posiziona all’ottavo posto per fatturato tra le farmaceutiche internazionali in Russia con 112 formulazioni, di cui 12 prodotte a Kaluga – ha precisato Attilio Sebastio – complessivamente rappresenta il 3% del mercato farmaceutico russo. Ma questa percentuale sale all’11% se consideriamo la quota di mercato relativa alla sola produzione Menarini in particolare nell’area gastroenterologica, cardiologica e urologia, ma anche antidolorifici, antinfluenzali e integratori”. 

Menarini Kaluga: una sede tutta al femminile

La sua crescita straordinaria non è l’unica cosa che rende speciale questa sede Menarini: il suo top management è formato quasi interamente da donne.

“In Russia in realtà – ci ha confessato Irina Braginskaya – è un caso piuttosto normale che la donna ricopra cariche di responsabilità, soprattutto nel settore farmaceutico. A livello top manager il rapporto uomo-donna è praticamente al 50%.”

Attualmente il farmaco Menarini più venduto in Russia è prodotto che favorisce la digestione; l’area terapeutica di maggior successo è quella degli antidiabetici con una quota di mercato nell’area del diabete pari al 23,5%. E non è finita qui! I colleghi del sito di Kaluga stanno per aggiungere altre 7 formulazioni alle 12 già fabbricate a Kaluga.

Menarini Kaluga: uno stabilimento da record ultima modifica: 2019-11-07T11:01:31+01:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.