28 Gennaio 2020

Come proteggersi dal freddo e cosa mangiare

Freddo

Il freddo eccessivo può rappresentare una minaccia per la salute, soprattutto per anziani, bambini e persone malate.

Il Ministero della Salute ha da tempo pubblicato un piccolo vademecum con dei consigli utili su come proteggersi dal freddo, su cosa mangiare quando la temperatura si abbassa troppo e sulle persone più a rischio.

10 consigli per proteggersi dai malanni della stagione invernale

Il freddo intenso può mettere a dura prova il nostro fisico, oltre ad aumentare le sindromi influenzali, può causare un notevole aggravamento della sintomatologia di malattie croniche, specialmente dell’apparato respiratorio, cardiovascolare e muscolo-scheletrico.

Ecco alcuni consigli su come proteggersi dai malanni tipici della stagione invernale:

  1. Regola la temperatura degli ambienti interni intorno ai 18 ÷ 22°C.
  2. Fai particolare attenzione all’umidità dell’ambiente: l’aria non deve essere né troppo secca, perché può irritare le vie aeree, né umida, perché può provocare condense e favorire la formazione di muffe.
  3. Fai areare adeguatamente gli ambienti: è sufficiente aprire per pochi minuti una finestra per cambiare l’aria viziata nella stanza.
  4. Controlla il corretto funzionamento dei sistemi di riscaldamento: se utilizzi sistemi di riscaldamento a combustione (caminetti, caldaie o stufe a gas) fai molta attenzione sia alla corretta ventilazione degli ambienti sia allo stato di manutenzione degli impianti, per evitare il rischio di intossicazione da monossido di carbonio. Se utilizzi stufe elettriche o altre fonti di calore fai attenzione al loro corretto utilizzo per evitare il rischio di folgorazioni o scottature.
  5. Fai attenzione agli sbalzi di temperatura quando passi da un ambiente più caldo a uno più freddo e viceversa.
  6. Assumi pasti e bevande calde.
  7. Fai particolare attenzione ai bambini molto piccoli e alle persone anziane non autosufficienti, coprili adeguatamente e controlla di tanto in tanto la loro temperatura corporea.
  8. Se devi uscire vestiti adeguatamente: indossa sempre una sciarpa, dei guanti, un cappello e un caldo soprabito; usa scarpe antiscivolo in caso di formazione di ghiaccio.
  9. Se parti per un viaggio in auto non dimenticare di portare con te coperte e bevande calde.
  10. Mantieni contatti frequenti con gli anziani che vivono da soli (familiari, amici o vicini di casa) e verifica che dispongano di sufficienti riserve di cibo e medicine.

Le malattie da freddo: geloni e congelamento

Tra le malattie da freddo troviamo:

Geloni

Sono lesioni della cute che compaiono se la parte esposta è umida o bagnata o se c’è vento forte. La zona più colpita è soprattutto la cute delle dita, che può presentare una sensazione di intorpidimento e prurito, e – nelle situazioni più gravi – può gonfiarsi, arrossarsi e coprirsi di vescicole. In tal caso, è opportuno consultare il proprio medico curante.

Congelamento

Nelle forme lievi di congelamento, la parte colpita non duole e presenta una colorazione bianco-grigiasta. In questo caso, basta riscaldare la parte anche soltanto massaggiandola e alitandovi sopra. Nelle forme più gravi, sono colpite le cellule dei tessuti che possono andare incontro a necrosi. Le zone più colpite sono quelle meno irrorate e più esposte come: mani, piedi, talloni, lobi auricolari, naso, guance, mento.

Tali condizioni si possono verificare nelle persone che trascorrono la notte all’aperto o in alta montagna. Si raccomanda di segnalare ai servizi sociali eventuali situazioni di bisogno e la presenza di senzatetto.

Cosa mangiare quando fuori fa freddo

Quando le temperature scendono troppo, possiamo combattere la sensazione di freddo con alcuni alimenti che possono aiutarci ad aumentare l’energia corporea e a rafforzare le nostre difese.

Scopri queste 5 buone abitudini da mettere a tavola!

  • Preferisci pasti e bevande caldi: aiutano a soddisfare le aumentate richieste metaboliche, in quanto aumentano la produzione della quota di calore interno.
  • Consuma alimenti ricchi di fibre: come pasta con i legumi o con le verdure, che forniscono energia, e il brodo caldo che apporta liquidi e proteine digeribili. Il latte e il miele possono essere un ottimo rimedio, tranne in caso di persone malate di diabete. La carne e il pesce garantiscono il giusto apporto di proteine, indispensabili per l’organismo, e forniscono calore ed energia.
  • Mangia molta frutta e verdura: contengono vitamine e sali minerali, molto utili per difenderti dalle insidie del freddo. In particolare, quelli contenenti vitamina E e beta carotene (un precursore della vitamina A) sono in grado di stimolare le difese immunitarie. Ad esempio: carote, zucca, patate, pomodori, spinaci, carciofi, barbabietole rosse, broccoli, cavolfiori, peperoni; mentre quelli contenenti la vitamina E sono le mandorle, le nocciole, l’olio extravergine di oliva ecc.
  • Bevi almeno 2 litri di liquidi al giorno, salvo diverso parere medico: alterna l’acqua a bevande calde come tè o tisane o anche semplici spremute d’arancia.
  • Evita di bere alcool e superalcolici: possono causare un’eccessiva dispersione del calore prodotto dal corpo e favorire l’insorgere di ipotermia.

 

Come proteggersi dal freddo e cosa mangiare ultima modifica: 2020-01-28T16:01:29+02:00 da Paola Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.