22 Dicembre 2014

A cena con le Volpi Rosse Menarini

volpi-rosse-Menarini

Prendete un sabato che già profuma di Natale e una delle squadre più simpatiche (ok, siamo di parte!) del campionato di serie B di basket in carrozzina a Firenze… il risultato? Una cena con le Volpi Rosse Menarini che è una vera e propria festa, con risate, racconti e qualche domanda su Platone!

E sì… Platone! Perché da qualche tempo le Volpi Rosse si sono divise in due squadre, i grandi e i piccoli; e mentre i piccoli raccontano di compiti di matematica e teorie per imparare tutto Omero in due giorni, in previsione del compito in classe, i grandi invece “narrano” le loro prodezze sul campo…

Una cena con i piccoli e i grandi campioni delle Volpi Rosse Menarini Firenze

“Quest’anno giochiamo contro squadre che hanno più esperienza di noi, è per questo che continuiamo a impegnarci con grinta durante la partita ma anche durante gli allenamenti, che sono davvero intensi. È aumentata così la nostra intesa, con l’impegno costante”. Sottolinea il capitano della squadra, Gennaro (detto “Cavallo Pazzo”, ma forse non dovevamo scriverlo!)

Due squadre, ma a guardarli questa sera, tutti insieme, ci si rende conto che è un gruppo unico, compatto, che condivide non solo la passione per lo sport ma anche quella per la vita. Il piccolo Samuele, di soli 13 anni ma di una “cattiveria agonistica” che lo ha portato a giocare con i grandi, continua “il basket in carrozzina è uno sport di squadra. È importante partecipare ma anche vincere e raggiungere così gli obiettivi sia comuni che personali”.

E in questo secondo anno in serie B sembra davvero ci siano tante sfide importanti da raggiungere. “Quest’anno sarà dura, è praticamente un campionato di A2, ma noi ci siamo senza mollare mai un centimetro, senza mai scoraggiarsi o abbattersi, senza mai abbassare lo sguardo, sempre a testa alta, sempre oltre l’ostacolo! Sono felice di questa squadra, siamo partiti da zero e abbiamo raggiunto un buon risultato ma dobbiamo continuare a puntare in alto, con tutta la forza necessaria per superare gli ostacoli”, ci racconta Antonio Calamai, allenatore della squadra… e noi siamo con voi!

Volpi Rosse e il concorso Firenze Giovani Fiorentini

Il loro entusiasmo è contagioso e raggiunge in pochi minuti tutte le persone presenti.

In pochi anni, i nostri campioni hanno raggiunto livelli straordinari e non si sono più fermati. Sono entrati nella maggior parte delle classi toscane per parlare di basket in carrozzina, di solidarietà, di forza per puntare lontano. Hanno organizzato anche un concorso, Firenze Giovani Fiorentini, alla sua terza edizione, dedicato alle scuole che ha come finalità la sensibilizzazione verso la realtà delle diverse abilità. Che dire, non mancano di energia ed entusiasmo!

Ma, un’ultima domanda, se perdete cosa succede il giorno dopo? E, invece, in caso di vittoria?
“In caso di vittoria si festeggia sempre con i pasticcini – ci confessa Lorenzo – e quando si perde si sa che il giorno dopo ci toccherà un allenamento ancora più duro. Verifichiamo cosa abbiamo sbagliato, studiamo nuove tattiche e rubiamo qualche dritta agli avversari!” Ma non ci si abbatte mai, perché in fin dei conti… Giglio Rosso in campo Bianco e Viola è il colore più bello che c’è!

A cena con le Volpi Rosse Menarini ultima modifica: 2014-12-22T11:38:07+02:00 da admin

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.