30 Gennaio 2020

Ansia lieve: le cause e come si manifesta

Ansia Lieve Menarini

Deadline, lavoro, scadenze da rispettare, esami, obiettivi da raggiungere, lavoro, verifiche, impegni quotidiani, ancora lavoro… Sempre più italiani sono a rischio ansia, con percentuali in aumento su un target di popolazione molto ampio, che vede coinvolti anche i giovanissimi.

Ma cos’è l’ansia e cosa si intende quando parliamo di ansia lieve?

Ansia Lieve: impariamo a riconoscerla

L’ansia, dal latino “angĕre”– stringere, è uno stato di preoccupazione di durata o frequenza variabile, che può essere causata da una sensazione di agitazione per un evento o un problema che potrebbe verificarsi e caratterizzato dal pensiero di essere inadeguati per affrontarlo. L’ansia può generare una serie di sintomi che possono avere un impatto importante sulla qualità della vita.

L’ansia lieve, da distinguere dall’ansia patologica, può generare un lieve stato di apprensione persistente e apparentemente ingiustificato.

Quando si presentano i sintomi dell’ansia (fisici o emotivi) si è portati a pensare di non poter far fronte alla situazione e si scatena una sequenza di pensieri ed emozioni negative che interagiscono anche con l’aspetto fisiologico, alimentandosi a vicenda.

Malgrado non sia una sensazione piacevole, generalmente tutti gli individui incappano prima o poi in sensazioni di ansia di durata transitoria.

I sintomi fisici ed emotivi dell’ansia

Ansia Lieve Menarini

Tra i sintomi fisici ed emotivi dell’ansia è possibile riscontrare:

  • preoccupazione costante
  • sonno disturbato
  • cattivo umore
  • irrequietezza
  • palpitazioni
  • difficoltà a concentrarsi

Cause dell’ansia e come si manifesta

I disturbi d’ansia sono determinati dall’interazione di diversi fattori, che possono essere genetici e ambientali. Tra quelli ambientali possono rientrare situazioni di difficoltà legate alla vita quotidiana, come può essere la scuola/l’università, il lavoro, la famiglia o episodi come litigi con colleghi, discussioni con amici, oltre che dalla paura del futuro, che possono scatenare stati ansiosi.

Ciò determina la sensazione di “non farcela” e uno stato in cui l’ansia può causare sintomi fisici oltre che emozionali, innescando un meccanismo che condiziona lo svolgimento delle attività quotidiane e crea difficoltà nei rapporti sociali (alimentando ulteriormente l’ansia).

Italiani sempre più a rischio ansia

Secondo l’Eurodap – Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico sempre più italiani sono a rischio ansia e attacchi di panico, con percentuali in aumento. In un sondaggio del 2019 condotto online, su oltre 700 soggetti, tra i 19 e i 60 anni, è emerso che:

  • il 79% di coloro che hanno risposto al sondaggio ha avuto, durante l’ultimo mese, manifestazioni fisiche frequenti e intense di ansia
  • il 73% si percepisce come una persona molto apprensiva, che si preoccupa facilmente di piccole cose/situazioni
  • il 68% dichiara di avere non poco disagio a stare lontano da casa o da luoghi familiari
  • mentre il 91% trova molto spesso difficoltà nel rilassarsi

Ansia lieve: un primo segnale a cui fare attenzione

L’ansia può avere varie origini e diverse forme che possono avere un impatto più o meno importante sulla qualità della nostra vita; per questo è di fondamentale importanza riconoscerla per tempo al fine di affrontarla con l’aiuto di persone qualificate.

Anche quando si tratta di uno stato lieve è giusto comunque considerarlo come un primo segnale da non sottovalutare.

Ansia lieve: le cause e come si manifesta ultima modifica: 2020-01-30T09:31:16+01:00 da admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Letta la avvertenza di rischio e l'informativa acconsento al trattamento dei dati personali comuni e sensibili, per consentire la pubblicazione e gestione del mio post sul blog

al trattamento per pubblicare il commento all’articolo

(*) Consenso necessario: in mancanza non potremo dar seguito alla Sua richiesta.